Da Breno (Brescia) a Boras (Svezia) e ritorno, per mettersi al collo una bellissima medaglia di Bronzo ai Campionati Europei Under20.  Questo è quanto di straordinario ha fatto Elisa Ducoli, atleta bresciana, in forza alla U.S. Quercia Trentingrana da questa stagione.

Abbiamo tifato per lei in questi giorni a Boras, abbiamo festeggiato il bellissimo PB in qualifica (abbassato di 21 secondi) con conseguente accesso alla finale, e da quel momento abbiamo anche sperato che qualcosa di straordinario potesse accadere.  E così è stato.

Seguita da anni dal tecnico Martino Favalli (padre di Sophia, altra splendida atleta in gara a Boras negli 800 mt, dove ha chiuso con un bellissimo ottavo posto in finale), Elisa ha dimostrato tutto il suo valore e la costante crescita a chi ne seguiva le gare e, fortunatamente, le frequenti vittorie.

Al termine della premiazione, abbiamo chiesto ad Elisa di regalarci le sue prime impressioni .

Allora prima di tutto devo ancora realizzare quello che mi è successo.. probabilmente capiterà nei prossimi giorni 

Sensazioni, tantissime: prima della gara ero molto agitata,ma grazie alla presenza dei miei compagni di squadra, del mio allenatore Martino e di  mia mamma sono riuscita a gestire le emozioni 

Durante: ero super determinata e concentrata 

Post: sono state solo lacrime(unite al fatto che io e la 4 classificata siamo arrivate al fotofinish e quindi hanno impiegato un attimo a pubblicare i risultati) e tantissima felicità, gioia e consapevolezza (che la strada intrapresa è quella corretta) e tanta sorpresa dato che io partivo con uno degli ultimi accrediti 

Le persone che voglio ringraziare di più sono il mio allenatore Martino Favalli, Sophia (mia compagna di allenamento)  e mia mamma”.

Elisa con Sophia Favalli
Elisa con Larissa Japichino

Ti potrebbe piacere: