FABIO FOSSATI: COME VIVERE LA QUOTIDIANITA’ IN TEMPI DI CORONA VIRUS. ALCUNE IDEE

Ogni epoca ha i suoi profeti, il problema e’ che nessuno li ascolta salvo poi rendersi conto che le loro parole semplicemente prevedevano un futuro non sempre idilliaco. Non erano cassandre, ma persone sagge che andavano oltre la banalità della quotidianità. Alcune di queste persone vivevano in povertà, si vestivano di una tunica fatta con tessuto filato dalle loro stesse mani. Altri, più recentemente, miliardari che hanno rivoluzionato il mondo scientifico e della comunicazione, del lavoro in genere. A noi è toccato Bill Gates, fondatore di Microsoft. Gate disse: “Il vero rischio non è la bomba atomica… ci ucciderà un virus”.  In questo periodo in cui tutto il mondo è in ostaggio del Coronavirus le parole di Gates non sono più una profezia, ma una triste realtà che sta rivoluzionando la nostra vita, sta cambiando il mondo. Quando tutto questo finirà dovremo essere pronti ad immergerci in una realtà completamente differente. In questo momento in cui siamo costretti a trascorrere molto tempo in casa, siamo inondati da una marea di suggerimenti che si focalizzano sul come vivere con normalità una situazione di anormalità. Esercizio fisico, sperimentazioni su nuove ricette culinarie, letture di libri che sempre ci eravamo proposti di leggere, ma accantonati su uno scaffale e ricoperti di polvere ecc ecc….Bene, per combattere questa anormalità fatta anche di messaggi negativi e di notizie sconfortanti, noi abbiamo bisogno  del supporto della nostra mente. Difficile essere positivi e vedere il bicchiere mezzo pieno, ma se vogliamo ripartire, dobbiamo ampliare il nostro pensiero riempiendolo con immagini positive. Come? Credo che se ognuno di noi avesse la possibilità di crearsi una routine quotidiana, sostenuta da un impegno costante,  potrebbe essere di aiuto. Il primo passo è dare un ordine al nostro modo di vivere caratterizzato dai ritmi frenetici a cui eravamo abituati nella nostra vita precedente. Quattro o cinque cose , impegni che giornalmente possiamo fare, che diano un senso alla nostra giornata. Il pensarlo non è sufficiente.  Scrivere la nostra routine e spuntare ogni cosa che abbiamo fatto aiuta ad aumentare la nostra autostima, anche se le cose che dobbiamo fare sono banali. ”Compila ogni mattina una lista di cose da fare nella giornata…falle. ”Non credo di dire nulla di nuovo, quasi tutti hanno un programma giornaliero, ma viverlo con consapevolezza , viverlo come un qualcosa che faccio per me stesso  è un atto d’amore nei nostri confronti, soprattutto se lo facciamo per noi e non perché siamo costretti. Proviamo a sedersi o sdraiarsi , chiudere gli occhi e provare a focalizzarsi sul proprio respiro quando ci sentiamo coinvolgere dall’ansia e dalla paura di questi momenti difficili. Respiriamo quasi 17.000 volte al giorno e mai siamo consapevoli del nostro respiro….se pensiamo al nostro respiro per un momento ci dimentichiamo dell’ansia o della paura. Ci sono momenti complicati nella nostra giornata in cui l’informazione ci mette di fronte ad immagini molto tristi, ma ci sono momenti in cui confrontandoci con le persone che abbiamo vicino possiamo sviluppare pensieri ed emozioni che forse non provavamo da tempo. Poi questi pensieri ed emozioni non e’ detto che le rivivremo….perchè non scriverle su un nostro diario? il pensare ci porta ad avere delle idee che il ritmo del passato non ci permetteva di sviluppare….perchè non scriverle ??

non e’ assolutamente demagogia, ma dovremo essere bravi a non dimenticare questi momenti. Potremo trovare spunti per il futuro… facciamo qualcosa per noi stessi e faremo qualcosa per un mondo migliore….vince il corona virus o vinciamo noi?

“i tempi duri passano ma i duri restano”  

Fabio Fossati