Vita ad Adwa

E siamo già arrivati alla fine della 3^ settimana. È proprio vero che quando ci si diverte il tempo vola. È stata una settimana piena in tutti i sensi. Siamo partiti con un weekend piovoso alla scoperta dell’archelogia della città di Axum, una visita turistica nella città vicina ad Adwa. Molto bella ed affascinante soprattutto per la sua storia che un po’ si lega a noi Italiani per qualche faccenda politica degli anni ’30 del secolo scorso.

Ma l’Etiopia di oggi sta cambiando, vuole crescere, migliorarsi e salvarsi. Per questo ha indetto una campagna di riqualificazione dell’ambiente piantando piante di varia specie. Anche noi per 2 mattine ci siamo alzati all’alba abbiamo percorso qualche chilometro a piedi e in una riserva poco distante dalla missione abbiamo piantato lo nostre piante per aiutare l’Etiopia ma anche il mondo intero. 

Poi le nostre giornate hanno preso la normale routine un po’ sotto il sole un po’ sotto la pioggia. Attività sportive la mattina e competizioni il pomeriggio.È così bello ed emozionante vedere questi “bei musi”, i loro sorrisi e risate, i loro saluti, i loro baci, le loro carezze. Molti non sanno l’inglese ma comunicare con loro a volte è così facile, c’è una sintonia naturale e per loro siamo diventati ” my sister” “my brother”. Siamo parte della famiglia, una grande famiglia!  Non ci voglio nemmeno pensare che il summer camp è agli sgoccioli..  Quindi mi fermo qui e torno a godermi ogni attimo con queste ” Perle Nere”.